Implantologia


La terza dentizione
title

Le nuove tecniche di implantologia consentono la sostituzione di uno o più elementi dentali, sia mascellari che mandibolari, grazie a impianti in titanio completamente biocompatibili.

L’intervento chirurgico può essere effettuato in anestesia locale o in sedazione cosciente, se necessaria o se richiesta, con o senza incisioni (Flapless).

Esistono diversi protocolli implantari; l’esperienza ci viene in aiuto nel selezionare la tecnica idonea per ogni specifico caso.

Impianto post estrattivo

Rappresenta la tecnica implantologica tradizionale, ovvero l’inserimento di uno o più impianti in zone parzialmente o totalmente edentule.

Impianto a carico differito

Si utilizza quando si rende necessario un periodo di attesa (da 4 a 6 mesi), dal posizionamento implantare per ottenere la massima osseintegrazione: la procedura viene utilizzata specialmente nelle zone posteriori in cui la valenza estetica è minore ma quella funzionale maggiore.

Impianto a carico immediato

Prevede l’inserimento di uno o più impianti e l’immediato confezionamento di manufatti protesici su misura.

Impianto post estrattivo e a carico immediato

Uno o più impianti vengono inseriti in luogo di denti appena estratti. Viene inoltre realizzata, laddove possibile, l’immediata protesizzazione degli impianti.

All in four

Consiste nella realizzazione di protesi in giornata, grazie al posizionamento di 4 impianti intraforaminali (nella zona del mento) con tecniche che consentono di ovviare alla mancanza di osso, soprattutto nelle zone posteriori.

In caso di scarsità ossea ai fini implantoprotesici, eseguiamo aumenti di osso autologo ed eterologo, che consentono la riabilitazione funzionale ed estetica anche di quei pazienti considerati “senza speranza”.

Gli impianti praticati da un implantologo esperto con le nuove tecnologie possono raggiungere altissime percentuali di successo a lungo termine, fino al 95% dopo 10 anni.