Ortodonzia invisibile


Nuove tecniche per correggere l’allineamento dei denti
title

L’ortodonzia si occupa di correggere i difetti di allineamento e combaciamento dentale, le così dette malocclusioni, che possono essere trattate spostando i denti, guidando la crescita delle ossa mascellari durante l’infanzia e l’adolescenza o modificando le ossa dei mascellari mediante interventi di chirurgia delle ossa, in abbinamento alla terapia di allineamento dentale.

È importante che i denti siano ben allineati per evitare l’insorgenza di patologie quali carie e malattie gengivali, perché i denti storti formano anfratti difficilmente pulibili con l’igiene orale quotidiana, o malocclusioni, che compromettono la masticazione e, a causa del sovraccarico, possono danneggiare i denti e le articolazioni temporo-mandibolari.

La nuova tendenza dell’ortodonzia è quella di utilizzare sistemi che sfuggono all’occhio di chi osserva.

Contrariamente all’ortodonzia tradizionale, che prevede l’applicazione delle cosiddette stelline metalliche (bracket) alla superficie esterna dei denti, quella invisibile consiste in due grandi categorie di apparecchi: gli allineatori trasparenti in policarbonato (tipo l’Invisalign o l’All in) e gli apparecchi linguali, grazie ai quali gli attacchi metallici vengono incollati sul lato interno dei denti.

Allineatori trasparenti

Di fatto non si tratta di un unico allineatore, ma di una serie di mascherine che devono essere sostituite ogni due settimane e portate quasi tutto il giorno, si tolgono in pratica durante i pasti e per pulire i denti.

La forza elastica delle mascherine imprime piccoli spostamenti sui denti, che rispondono spostandosi lentamente. Man mano che si ottengono gli spostamenti dentali la mascherina viene sostituita con una nuova, ottenendo in maniera progressiva il movimento desiderato.

I casi più complessi non sono risolvibili con questa metodica, in quanto grossi spostamenti non sono realizzabili con l'uso della mascherine; in queste situazioni perciò l'unica soluzione invisibile è l'utilizzo dell'ortodonzia linguale. 

Apparecchi linguali

I gancetti sono incollati dal lato interno dei denti, in modo da non essere visibili quando si parla o si sorride.

Le nuove tecniche informatiche, riproducendo con un dettaglio mai visto la superficie dentale, ci consentono di realizzare su misura gli attacchi necessari e di produrre apparecchi molto piccoli che non infastidiscono il paziente, ma che possiedono le componenti necessarie per ottenere il miglior risultato possibile.

Grazie all’utilizzo di computer e robot che modellano gli archi si può quindi trattare qualunque problematica in modo confortevole e preciso. I risultati sono visibili già dopo il primo mese.